Il pittore David Beghè è nato a Calice al Cornoviglio (La Spezia) il 3 maggio 1854.

Dopo aver effettuato gli studi in tale comune, segue i corsi regolari all'Accademia di Belle Arti di Carrara ed ottiene il diploma corrispondente nel 1870.

Abbandona successivamente la città di Carrara per trasferirsi a Milano presso uno zio sacerdote.

A Milano si iscrive ai corsi regolari di architettura presso il Politecnico della città, ma la sua grande passione per la pittura lo spinge a continuare i propri studi all'Accademia di Belle Arti di Brera.

Presso questa Accademia segue il ciclo completo di studi sotto la direzione di due tra i più famosi pittori dell'epoca, Francesco Hayez e Giuseppe Bertini. Il pittore Giovanni Valtorta gli insegnerà in seguito i segreti dell'affresco. Si diplomò nel 1875 in Storia dell'Arte.

Egli assunse nelle sue opere un'impronta personale pur rimanendo fedele alla scuola romantico-figurativa dell'epoca.

Si dedicò prevalentemente all'arte sacra, non trascurando tuttavia il ritratto ed il paesaggio. Essendo profondamente credente, potè trasfondere nelle sue opere una non comune spiritualità.

Operò principalmente in provincia di Como, Genova, La Spezia, Milano e Varese.Si possono ancora ammirare i suoi affreschi nelle chiese dei seguenti comuni:

COMO : Albavilla, Canzo, Colle Brianza, Ello, Lurate, Nava, Plesio, Sirone, Torno.

GENOVA : Chivari (S.Giovanni).

LA SPEZIA: città (N.S. della Neve); provincia (Bolano, Calice, Nasso).

MASSA - CARRARA : Rocca Sigillina.

MILANO : Affori, Cambiago, Canegrate, Carate Brianza, Cornaredo, Inzago, Milano (S. Giorgio - S. Francesco Saverio), Parabiago, Pessano, Rho (S. Vittore), Robecchetto, Seregno.

VARESE : Gallarate, Gorla Maggiore, Gorla Minore, Venegono Inferiore.

Diverse sue tele fanno parte di collezioni private.

I suoi condiscepoli più quotati furono Ludovico Pogliaghi, Giovanni Segantini e Cesare Tallone.

Oltre alla sua opera artistica, concorrevano a farlo amare da chiunque lo avvicinasse le qualità umane che lo portavano ad interessarsi di ogni nobile iniziativa, soprattutto nel campo sociale.

Mantenne un legame costante con Calice, dove, insieme alla famiglia trascorreva le villeggiature estive, con periodi più lunghi negli ultimi anni della sua vita.

Morì il 17 gennaio 1933.

Le spoglie riposano nella cappella di famiglia del cimitero di Santa Maria (Comune di Calice).

 

Busto David Beghé - Inizio XX s.

Busto M. Brunelli (nipote del pittore) - Inizio XX s.

Creazione della pinacoteca

 

Durante l'anno 1990 l'amministrazione comunale di Calice al Cornoviglio prese contatto con gli eredi di David Beghè per esaminare la possibilità di realizzare una esposizione permanente di alcune opere del pittore ed affrescatore menzionato.

Diverse sale del castello di Calice furono recuperate sotto la guida del prof. Flavio Cucco, a quell' epoca responsabile amministrativo dell'attività culturale del Comune stesso.

Gli oneri per tale ripristino furono a carico degli eredi di cui sopra, così come i necessari interventi di restauro alle tele, eseguiti sotto la supervisione del competente organo di tutela. Con atto notarile fu costituita l'Associazione culturale "David Beghè" e venne stilata la convenzione con il Comune di Calice per la creazione della Pinacoteca.

 

La Pinacoteca venne inaugurata il 7 giugno 1992 alla presenza delle autorità della Provincia della Spezia e della Regione Liguria.

 

La presidenza onoraria venne assunta dalla marchesa Milena Cattaneo della Volta di Belforte e dall' On. Avv. Giuseppe Fasoli.

 

Per oltre quindici anni (1991-2007) la prof.ssa Marisa Abulfachini ricoprì la carica di presidente effettivo della Pinacoteca e relativa Associazione Culturale. Marisa Abulfachini accettò con entusiasmo tale responsabilità e si prodigò con fervore alla realizzazione di numerose attività culturali ed artistiche in favore dell'Associazione Culturale e del territorio di Calice.

 

La studentessa Isabella Cuccovillo curò particolarmente lo studio degli affreschi di David Beghè presenti in numerose parrocchie della Lombardia e della Liguria.

Nell'anno accademico 1992/1993 Cuccovillo presentò la tesi di laurea alla facoltà di lettere dell'Univerisità degli Studi di Milano col titolo "Attività pittorica e decorativa di David Beghè".

 

Nell'autunno del 1996 venne pubblicata una monografia inerente all'attività artistica di David Beghè, testo curato dal prof. Paolo De Nevi e dalla prof.ssa Mara Borzone.

La sintesi di tale pubblicazione fu tradotta in diverse lingue ed inoltrata alle principali biblioteche della Comunità europea, degli Stati Uniti, Canada, Giappone, Australia e Nuova Zelanda.

 

In occasione del ventennale della creazione dei Lions Club di La Spezia (Vara Sud), (1977/1997), una lapide venne dedicata al pittore in parola. La stessa trovasi nella frazione di Nasso del comune di Calice al Cornoviglio.

 

Numerosi quotidiani e diverse pubblicazioni culturali, sia in Lombardia che in Liguria, hanno messo in rilievo l'opera artistica di David Beghè.

Tra queste vanno menzionate:

- una sintesi biografica del pittore riportata nel Catalogo dell'arte italiana dell'Ottocento. n. 29, dicembre 2000, Editoriale Giorgio Mondadori;

- l'articolo apparso su Qui Touring. rivista del Touring Club Italiano, n. 12, dicembre 2002.

 

Le tele eseguite dal pittore sono state recensite dalla Casa Editrice della Fratelli Alínari di Firenze ed alcune fotografie furono inserite nell'elenco telefonico della Spezia e provincia, edizione 2002/2003.

Nel 2003, in occasione dei primi dieci anni d'attività della Pinacoteca (1992/2002), si è provveduto alla pubblicazione di un catalogo inerente alle iniziative culturali ed artistiche da essa realizzate in tale periodo.

 

La città di Genova era stata selezionata quale Capitale europea della cultura nel 2004 dalle competenti autorità europee. In tale occasione la Pinacoteca aveva presentato a Palazzo Ducale alcune opere del pittore nell'ambito dell'esposizione "Musei del territorio spezzino".

 

La Pinacoteca è stata inoltre menzionata nella Guida Ufficiale della Regione Liguria del mese di marzo 2007, Editoriale Giorgio Mondadori.

 

La presidenza onoraria attuale è ricoperta dalla dott.ssa Mayda Bucchioni Cangini e dall'avv. Piergino Scardigli. II prof. Flavio Cucco è presidente effettivo dell'Associazione culturale e della Pinacoteca "David Beghè" dal mese di settembre del 2007.