La Pinacoteca "David Beghè" ha sede nel Castello Doria-Malaspina di Calice al Cornoviglio, La Spezia, Italia.

Il paese, situato in una piccola vallata, a circa 600 metri d'altitudine, a soli 25 Km da La Spezia, conserva le caratteristiche topografiche del borgo medievale.

Il pregevole Castello medioevale, sorto forse sul sito di precedenti castellari liguri-apuani,si erge, in posizione strategica, su uno sperone di roccia che chiude la vallata formata dal torrente Usurana.

Ha pianta trapezoidale e dal lato della piazza si presenta come un vasto corpo rettangolare. Sulla destra vi è un torrione rotondo e a sinistra un corpo cilindrico più basso, terminante a terrazza particolarmente panoramica.

Le antiche origini del Castello sono attestate da un documento del 1033 con il quale il Marchese Adalberto Malaspina destinava al Monastero di Castiglione di Borgo San Donnino (Fidenza) alcune proprietà tra cui il suddetto castello.

Il feudo di Calice ebbe una storia complessa e travagliata, passando da un padrone all'altro: esso infatti fu proprietà del Vescovo di Luni, poi dei signori di Giovagallo e ancora dei Malaspina; nel XIV secolo passò ai marchesi Malaspina di Villafranca ed in seguito ai genovesi che lo assegnarono ai Fieschi. Dopo il fallimento della congiura dei Fieschi, il Castello di Calice entrò in possesso di Andrea Doria e fu residenza prima di Placidia Doria Spinola e poi di Placidia Doria del Carretto.

Dal 1709 al 1772 essò ritornò ai Malaspina che in seguito lo cedettero al Granducato di Toscana che ne fece uso burocratico-amministrativo.

Fu infine, dopo la proclamazione dell'Unità d'Italia, sede comunale fino al 1993.

Attualmente ospita, oltre alla Pinacoteca "David Beghè", il Piccolo Museo Pietro Rosa, la sede del C.E.A. (Centro di Educazione Ambientale) e il Museo dell'Apicoltura.

La Pinacoteca "David Beghè" è stata inaugurata il 7 luglio 1992. Essa è nata grazie all'encomiabile generosità e totale disponibilità della famiglia Beghè, ed in particolare di Attilio Beghè, nipote del Pittore, con la collaborazione del Comune di Calice al Cornoviglio e di numerosi amici soci fondatori della Pinacoteca stessa.

Essa comprende 40 opere ad olio e diversi pannelli fotografici di affreschi di David Beghè, distribuiti in sette sale: sale ritratti, sale paesaggi, sale soggetti religiosi, sale riproduzione affreschi, sale soggetti diversi.

La gestione della Pinacoteca è affidata all'omonima Associazione Culturale, ed ha come scopo non solo di valorizzare le opere dell'artista, ma anche di contribuire alla conoscenza della cultura, dell'ambiente e della storia del territorio calicese.

 

THE PERMANENT EXHIBITION

The permanent exhibition of David Beghé' work is located in the Doria-Malaspina castle in Calice al Cornoviglio inland from La Spezia, Italy. The village, 600 metres above the sea level and 25km from La Spezia, has retained its medieval architectural character.

The origins of the castle are certified by a document of 1033 by which the Marquis Adalberto Malaspina assigned a number of properties, including this castel, to the Monastery of Castiglione located in Borgo San Donnino (near Fidenza).

The fief of Calice then had a complex and troubled history passing from one owner to another. At the time of the proclamation of the Unity of Italy (1860) the castle became the village town hall, up to 1993.

Currently, besides David Beghè's work, the castle contains the Pietro Rosa museum , the Environmental Education Centre and the Beekeeping Museum.

The David Beghè Permanent Exhibition was opened on June 7th, 1993. It was created thanks to resources of the Beghè family, the cooperation of Calice al Cornoviglio municipality, and to the founding members of the Exhibition.

It includes 40 oil paintings as well as several photographic panels of frescoes by David Beghè. The exhibits are grouped in seven rooms: portraits, landscapes, sacred subjects, two with fresco reproductions and two with various subjects.